Firmato il nuovo D.P.C.M. in vigore fino al 15 gennaio 2021

In breve

Ieri, 3 dicembre 2020, è stato firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte il nuovo D.P.C.R. che regolamenta le festività. E’ stato confermato lo stop agli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio, ok solo per necessità.

E’ stato confermato lo stop agli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio; ok per necessità, tra cui per esempio, quella di andare a far visita a un genitore solo e non autosufficiente.

ABILITAZIONI PROFESSIONALI: In merito all’abilitazione all’esercizio delle professioni continua ad essere sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte dei concorsi pubblici e privati.

BAR E RISTORANTI: I ristoranti potranno rimanere aperti a pranzo. Le persone devono essere tutte conviventi ed un numero massimo di 4 per tavolo. Resta ferma la chiusura alle 18 per tutti. Nei giorni di festa, sono aperte a pranzo le attività di ristorazione (sempre che siano collocate in regioni “gialle”).  

CENTRI COMMERCIALI CHIUSI: Fino ad 6 gennaio 2021 niente riapertura per i centri commerciali nei fine settimana e nei giorni festivi, negozi aperti fino alle 21. Fanno eccezione: farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, prodotti agricoli, florovivaistici, tabacchi ed edicole.

CIBO A DOMICILIO: Fino alle ore 22 è possibile, per le attività di ristorazione, effettuare il servizio di asporto. Resta consentito il servizio di consegna a domicilio, salvo che il confezionamento ed il trasporto siano nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.

CONGRESSI E CONVEGNI: Viene raccomandato anche per i privati le riunioni a distanza come già avviene nella pubblica amministrazione. Salvo la modalità a distanza, sono sospesi tutti gli eventi.

CROCIERE-STOP: Divieto di crociere di bandiera italiana aventi come luoghi di partenza, scalo e destinazione porti italiani nel periodo 21 dicembre – 6 gennaio.

DETTAGLIO: L’esercizio delle attività commerciali al dettaglio è consentito fino alle ore 21, fino al giorno 6 gennaio 2021.  

FORMAZIONE: Solo per i corsi di formazione specifica in medicina generale è consentita la presenza, per quelli pubblici e privati è prevista solo la modalità a distanza.

IMPIANTI SCIISTICI: Confermata la chiusura degli impianti da sci. Solo se adottate le apposite linee guida aventi lo scopo di evitare aggregazioni, sulle piste si tornerà a partire dal 7 gennaio 2021. A questo proposito le Regioni hanno sollecitato il Governo affinchè arrivino in tempi rapidi le linee guida del CTS per la riapertura degli impianti.

LAUREE IN PRESENZA: Più vicino il rientro in aula degli universitari. Possono svolgersi in presenza le attività di: esami, sedute di laurea, laboratori e lezioni del primo anno di corsi di studio.

LUOGHI DI CULTO: La messa della sera di Natale si dovrà concludere entro l’orario per rientrare a casa stabilito dal coprifuoco alle 22. Deve essere garantita la distanza di almeno un metro tra i frequentatori per evitare assembramenti.

MANIFESTAZIONI PUBBLICHE: Consentite solo se osservano le distanze sociali e tutte le misure di contenimento.

MEZZI PUBBLICI: Sui mezzi pubblici di trasporto locale e ferroviario regionale è consentito un riempimento del 50%. Escluso il trasporto scolastico, che sarà coordinato dai prefetti.

MOSTRE E MUSEI: Ad eccezione delle biblioteche, restano chiuse le mostre, i musei e i servizi di apertura al pubblico degli altri istituti e luoghi di cultura.

PALESTRE E PISCINE: Alt a tutti gli incontri sportivi. E’ consentito svolgere attività fisica all’aperto rispettando la distanza di sicurezza. Sono chiuse le palestre, le piscine e centri benessere, fatta eccezione per le prestazioni relative ai livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative e/o terapeutiche. Fanno eccezione quelli di “alto livello” ovvero nazionali ed internazionali (ad esempio il campionato di Calcio e la Champion league).

PARCHI: Fermo restando l’obbligo della distanza di sicurezza tra le persone di almeno un metro è consentito l’accesso ai parchi.

QUARANTENA: Dovranno effettuare la quarantena di 14 giorni tutti coloro che arrivano in Italia dai paesi extra Schengen.

RISTORAZIONE IN ALBERGO: Divieto di ristorazione per gli ospiti degli alberghi la sera del 31 dicembre. La ristorazione negli alberghi e nelle strutture ricettive è consentita solo con il servizio in camera e per l’ultimo dell’anno è prevista anche l’estensione del coprifuoco che durerà fino alle 7 dell’1 gennaio esclusivamente ai propri clienti che vi siano alloggiati.

SALE DA BALLO: Vietati eventi che hanno luogo in sale da ballo e discoteche e locali simili sia all’aperto che al chiuso.

SALE GIOCHI: Chiusi casinò, bingo, centri scommesse e sale giochi.

SCUOLA: Ritorno a scuola in presenza al 100% per il primo ciclo. Per le scuole superiori garantito il collegamento on line. Dal 7 gennaio 2021 il 75% della popolazione studentesca potrà effettuare l’attività didattica in presenza. Rimane l’uso obbligatorio dei dispositivi di protezione. Il primato spetta alla Campania, tra il 5 marzo e il 7 gennaio, gli alunni delle secondarie di II grado avranno passato in classe appena 20 giorni su oltre 300.

SPETTACOLI: Anche in spazi aperti sono sospesi i teatri, i concerti e i cinema.

SPOSTAMENTI: Salvo esigenze lavorative, motivi di salute e/o necessità, la limitazione degli spostamenti non consentirà neanche di uscire dal proprio comune di residenza, nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Dal 21 dicembre al 6 gennaio non ci si potrà allontanare dalla propria regione o provincia autonoma. E’ consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione (prima e dopo questo termine vale la regola generale e quindi il trasferimento è legittimo tra le regioni in fascia gialla).

STRADE E PIAZZE CHIUSE: Per evitare assembramenti durante le giornate del cosiddetto “shopping natalizio”, vi è la possibilità di chiudere piazze e strade, anche per una intera giornata. Rimane la possibilità di accesso agli esercizi commerciali autorizzati all’apertura e alle abitazioni private.

ItaliaOggi del 04/12/2020, pag. 28, a firma Francesco Cerisano

Lascia un commento

  • Liguria arancione e confermate Piemonte/Valle d’Aosta rosse … le limitazioni …
  • Scopri i vantaggi di Fisconoprofit

    Registrati

    Partner