110 milioni in soccorso dello sport

In breve

Il Ministro Abodi ha fatto il punto su diverse tematiche che riguardano il mondo sportivo

Il neoministro dello sport Andrea Abodi è intervenuto davanti alle commissioni culturali riunite di Camera e Senato per illustrare il programma da seguire nel breve futuro.

Nel suo discorso ha affrontato il tema delle misure che saranno stanziate per il contrasto alla problematica del caro energia, che sta impattando in maniera pesante sul settore sportivo. È stato annunciato, infatti, un intervento di 110 milioni di euro per dare supporto alle associazioni e società sportive dilettantistiche, in particolare per gli sport acquatici e su ghiaccio.

Il Ministro ha anche dato l’annuncio che verrà rinnovato, con un finanziamento sistematico, il credito di imposta sulle sponsorizzazioni sportive, visti i positivi risultati ottenuti dallo strumento, e che verrà rilanciato lo sport bonus, con una più incisiva comunicazione e con maggiori risorse.

L’incontro in Parlamento è stata anche l’occasione per toccare alcuni dei temi, attualmente, in primo piano.

L’investimento previsto dal P.n.r.r. è stato valutato in senso parzialmente negativo, i 700 milioni stanziati non sono stati ritenuti sufficienti per un settore, quello dello sport, che costituisce l’1,37% del P.i.l. italiano, da qui l’auspicio a dare maggior peso al mondo rappresentato, anche perché è necessario potenziare le infrastrutture dedicate all’educazione motoria e formare insegnanti qualificati fin dal primo anno della scuola dell’infanzia.

Infine una chiosa sul rapporto tra le istituzioni che detengono la gestione dello sport. Coni e Sport e Salute, è stato sottolineato, dovranno coordinarsi ed integrarsi, senza sovrapporsi, così da migliorare l’efficienza governativa e poter intervenire in modo più veloce e senza ostacoli, per garantire i migliori servizi ai fini dello sviluppo dello sport.

Fonte: Italiaoggi, ‘Caro energia, aiuti allo sport’

Scopri i vantaggi di Fisconoprofit

Registrati

Partner